Antonella Monaco
Responsabile didattica
Insegnante principale di Tecnica Classica
Coreografa

Curriculum

Ha iniziato i propri studi di danza nel 1975 presso la sede di Cosenza del Centro Internazionale di Danza, diretto da Isabella Sisca, avendo come insegnanti dapprima Mrs. Helaine Rea, proveniente dalla Scuola del Royal Ballet di Londra, e Loretta Savina, del Teatro dell’Opera di Roma. A partire dal 1979 ha studiato con insegnanti provenienti dal Teatro dell’Opera di Bucarest, tra i quali Magdalena Popa, già prima ballerina Etoile dello stesso teatro, da molti anni docente e ripetitrice di repertorio classico presso la Compagnia del Balletto Nazionale del Canada e Amatto Checiulescu, che è stato primo ballerino e direttore dell’Opera di Bucarest, mentre tuttora è docente di pas de deux e composizione coreografica presso la Scuola del Balletto Nazionale del Canada.
Negli anni successivi Antonella Monaco si è perfezionata con numerosi maestri di livello internazionale, tra i quali: Ivan Tzanov e Liliana Dragouleva, del Teatro dell’Opera di Sofia, Ivonne Goubé e Gilbert Meyer del Teatro dell’Opera di Parigi, Jozo Borcic del Teatro alla Scala di Milano, Zbigniew Strzalkowsky del Teatro dell’Opera di Varsavia, Guy de Bock, del Teatro dell’Opera di Augsburg.

Sin dal 1979 Antonella Monaco ha insegnato Tecnica Classica ai corsi del Centro Internazionale di Danza, inizialmente a quelli inferiori e successivamente, per i suoi chiari meriti, anche a quelli superiori, portando al Passo d’Addio diversi allievi che ora danzano da professionisti in compagnie di balletto in Italia e all’Estero tra i quali Mariafrancesca Garritano, già ballerina solista presso il Teatro alla Scala di Milano; Andrea Volpintesta, ballerino presso il Teatro alla Scala di Milano; Alessandro Rende, ballerino presso il Teatro dell’Opera di Roma; Pasquale Guglielmelli, ballerino in vari musical di Riccardo Cocciante; Eliana Guglielmelli, ballerina in diversi musical teatrali; Luca Lago, ballerino presso la Compagnia “Balletto del Sud” di Lecce.

Nel 1981 entra a far parte della Compagnia Balletti “A. Rendano”, diventandone per diversi anni la ballerina principale, con molte interpretazioni che l’hanno fatta apprezzare unanimemente, per le sue doti artistiche e interpretative. Ha interpretato diversi ruoli del repertorio classico, neoclassico e contemporaneo, oltre a diverse creazioni ed è stata più volte solista in varie opere liriche.

Contemporaneamente all’attività di ballerina ha svolto anche quelle di insegnante di Tecnica Classica e coreografa, sia per il Centro Internazionale di Danza che per la Compagnia “A. Rendano”.

Ha partecipato inoltre a diversi stages e corsi di perfezionamento, sia in Italia che all’Estero, ad esempio nel 1986 nella cittadina croata di Primosten o a Varna, in Bulgaria, nel 1994, in occasione della XVI Edizione del Concorso Internazionale di Danza che si tiene in quella città ogni due anni.

Nel Festival della Danza, svoltosi ad Altomonte tra il 1987 e 1994, ha interpretato di verse importanti coreografie anche insieme a noti danzatori, tra i quali Maurizio Vanadia, Primo Ballerino del Teatro alla Scala di Milano e Michael Shepherd, ballerino e coreografo americano.

Nel 1988 ha partecipato con la Compagnia “A. Rendano” ad una tournèe in Canada.

Nel 1990 è stata protagonista principale del balletto “Memorie presenti: Miti e Leggende della Calabria”, coreografato da Luciano Cannito per la Compagnia “A. Rendano”.

Nel 1994 ha vinto il Premio Europeo di Coreografia “Scarpetta d’Oro” con una coreografia dal titolo “Larghetto”, su musica di S. Prokofiev.

Nel 1995 ha realizzato per la Compagnia “A. Rendano” una coreografia in memoria del popolo Ebreo dal titolo “Dedicato…”, su musica di J. Williams, ottenendo un lusinghiero successo. Sempre nel 1995 è stata prima solista nelle opere “Traviata” e “Adriana Lecouvreur”, rappresentate alla Stagione Lirica del Teatro A. Rendano di Cosenza e successivamente in tournèe al Teatro “Goldoni” di Livorno.

Nel 1996 ha partecipato alla finale del Concorso Internazionale di Coreografia “Città di Rieti” con la sua creazione “Sinergie”, su musica di S. Prokofiev.

Tra il 1992 e il 2000 Antonella Monaco è stata docente di Tecnica Classica in diversi Corsi di Formazione Professionale organizzati dalla Regione Calabria e gestiti dalla Compagnia Balletti “A. Rendano”.

Nel 2003 ha interpretato la coreografia “Il Bacio del Mare, il Bacio della Terra”, di Stefano De Gaetano su musica di M. Ravel, in coppia con Fabio Molfesi, Etoile Internazionale.

Nell’agosto 2005, a Komiza, sull’isola di Vis in Croazia, ha insegnato in uno stage di livello internazionale, insieme con importanti personalità del mondo della danza, come Frederic Olivieri, Direttore della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano e Marco Marchetti, insegnante e coreografo di fama.

Ha chiuso la propria carriera di danzatrice nel giugno 2006, esibendosi al Teatro A. Rendano in un passo a due dal titolo “Maruzzella”, insieme con il Primo Ballerino del Teatro Nazionale Croato di Spalato Lev Shaposhnikov.

Tuttora riveste il ruolo di responsabile didattica e insegnante principale di Tecnica Classica presso la scuola “Il Pianeta della Danza di Isabella Sisca” di Cosenza.

Antonella Monaco è un’artista completa, infatti, oltre alla sua attività nel campo della danza, ha recitato in diversi lavori teatrali con gli attori Franco Monaco e Anna D’Andrea, suoi genitori e artisti di grande calibro del teatro calabrese.

E’ anche poetessa e scrittrice, vincitrice di diversi premi letterari nazionali e internazionali. Le sue poesie sono state pubblicate in diverse antologie e a tutt’oggi ha pubblicato anche due romanzi dedicati alle ragioni del cuore.